#Noicisiamo ... Forza Valdarno !!!

Pulcini 2004, primi allenamenti e impegni

Ieri si sono tenuti i primi allenamenti per i nostri Pulcini 2004, che quest’anno giocheranno a 7. Riconferma di quasi tutta la rosa con l’integrazione di qualche nuovo atleta. Sono stati resi noti anche i primi impegni:

Oggi alle 16.15 allo stadio di Reggello Torneo Pulcini a 7 2004 e Domenica 14 Settembre amichevole contro la San Giovannese a San Giovanni Vno, Stadio Virgilio Fedini,  alle 10.00 .

 

Cogliamo l’occasione per diffondere il regolamento FIGC per le gare “Pulcini terzo anno calcio a 7 – anno 2004”:

Le Società dovranno presentare all’arbitro regolare distinta (in duplice copia fino ad un massimo di 14 giocatori) e documento attestante il tesseramento F.I.G.C. L’accesso al terreno di gioco è consentito ad un Tecnico per Società, e ad un massimo di 3 Dirigenti per Società. La partita viene disputata in 3 tempi di 15 minuti ciascuno su campi di gioco di dimensioni Max 45×60 – Min. 40X55.

Tutti i partecipanti iscritti nella lista dovranno giocare almeno un tempo dei primi due; le sostituzioni con il sistema dei “cambi liberi”, utilizzando la procedura cosiddetta “volante”, potranno essere effettuate solamente nel terzo tempo. Le porte devono avere le misure di m 4×2. I palloni devono essere di dimensioni ridotte convenzionalmente identificabili con il n.4. L’area di rigore è evidenziata da una linea immaginaria, definita in lunghezza da coni a 7 mt. dalla linea di fondo e in larghezza da coni a 7 mt da ogni palo della porta. Il punto del calcio di rigore viene fissato a 7 metri dalla linea di porta. Non vige la regola del fuorigioco. Non vige la regola dell’espulsione per fallo effettuato dall’ultimo difensore. Il retropassaggio può essere preso con le mani dal portiere. Le rimesse laterali con le mani saranno fatte ripetere dai giocatori della stessa squadra anche se sbagliate. Il rinvio dal fondo campo viene effettuato dal portiere con il pallone in mano e se calciato al volo non oltre i tre metri dalla linea di fondo. Tutte le punizioni vengono considerate indirette eccetto il calcio di rigore che può essere concesso per un fallo evidente nei pressi della porta.

Qualora si raggiunga una differenza di cinque reti, la squadra in SVANTAGGIO può aggiungere un giocatore fino a ridurre il passivo a 3 reti. Si consiglia di effettuare il time out di 1’ per squadra. Per quanto riguarda le scarpe di gioco è consigliato l’uso di quelle con la suola in gomma a tredici tasselli. Il tecnico o i tecnici tutor dell’autoarbitraggio potranno premiare i calciatori protagonisti di particolari gesti fair-play nei confronti di compagni ed avversari, esibendo un cartellino verde, la green card. Al termine dell’incontro i tecnici dovranno motivare ed avallare la “green card” nell’apposito spazio del referto gara.

E’ fatto obbligo ai giocatori delle due squadre salutare il pubblico all’inizio e alla fine della partita. E’ fatto obbligo del saluto dei giocatori e dirigenti delle due squadre, che sfilano su due file parallele al centro del campo in senso opposto, sia all’inizio che al termine della partita. Al termine della gara, i tecnici e i dirigenti delle due Società dovranno firmare per avallo il risultato riportato sul rapporto arbitrale che la SOCIETA’ OSPITANTE dovrà far pervenire insieme alle distinte contenenti i nominativi dei giocatori delle due squadre, alla Delegazione Provinciale di competenza entro le 48 ore dalla data dell’espletamento della partita.

Leave a Reply