Autore: Valdarno FC

Cambio alla guida tecnica degli Allievi regionali

La Società Valdarno Football Club comunica, in data odierna, il cambio della guida tecnica degli Allievi Regionali. Intende ringraziare pubblicamente per queste quasi due stagioni passate fra noi Giacomo Falsini, una bella persona, oltre che un ottimo tecnico e gli augura tutto il bene possibile per il proseguimento del proprio percorso professionale.

Nelle prossime ore verrà comunicato il sostituto.

Presidente e Consiglio Direttivo della Valdarno Football Club

Sciarpata Giallo-Celeste

Nella giornata di domenica 20 Gennaio, in occasione della partita del campionato Eccellenza, Valdarno Football Club contro le Badesse Calcio ASD, in programma alle 14 e 30 presso lo stadio comunale Goffredo Del Buffa. Si terrà la Sciarpata Giallo-Celeste. Tutte le squadre, con i propri istruttori, dovranno presentarsi alle ore 14:00 allo stadio Del Buffa indossando la divisa di rappresentanza della società e la Sciarpa ufficiale della Valdarno Football Club, in modo da poter realizzare una scenografia in tribuna. Per questo la Società ha deciso che ogni atleta potrà essere accompagnato da una persona che entrerà gratuitamente allo stadio. Per facilitare l’ingresso verrà predisposta un’entrata laterale. Grazie a tutti per la vostra partecipazione e collaborazione. Vi aspettiamo Numerosi.

Approfondimento del weekend calcistico

La settimana appena trascorsa ha visto il nostro settore giovanile giocare ad alti livelli con quasi tutte le squadre, lo score recita 2 vittorie, 2 pareggio ed una sola sconfitta, peccato per l’imprecisione dal dischetto in un paio di tornei altrimenti le vittorie sarebbero state 4. Veniamo nel dettaglio e come di consueto partiamo dalla classe regina, l’ultimo step prima del salto in categoria, la Juniores. La squadra di mister Innocenti ha faticato un po’ per venire a capo della pratica San Clemente, ma al triplice fischio il tabellino dice vittoria per 3 a 0 e complice il pareggio dell’Audax Rufina a Greve adesso la distanza per la vetta è solo di due punti. Cugini dell’Ideal Club! La prossima settimana fateci un favore, fermate le capolista, grazie. Per la cronaca le reti dell’incontro portano la firma di Bomber Baldini che sforna l’assist anche per il primo goal di Meli mentre il terzo lo firma Mohamed. Passiamo adesso agli Allievi Regionali, l’unica sconfitta del weekend ed è quella che non ti aspetti soprattutto dopo aver visto la prima frazione di gioco davvero buona della compagine di mister Falsini, che purtroppo inciampa in un blackout inspiegabile nella seconda frazione e si fà raggiungere e superare dal non irresistibile Olmo Ponte, che ringrazia ed allunga di sei punti in divario fra i due team. Urge un cambio di rotta il tempo per la rimonta ci sarebbe ancora, forza e coraggio. Mentre continua la ricorsa degli Allievi B nel girone di Merito a quel secondo posto che consentirebbe ai ragazzi di mister Pampaloni la partecipazioni alla coppa Cerbai, adesso dista 3 punti. 38- 37- 35- 34 non è una quaterna per il lotto ma sono i punteggi che separano le prime sei squadre del torneo davvero avvincente. Peccato per i due penalty sbagliati, strana la gara di sabato, giocare quasi ad una porta e non segnare dispiace un po’ ma non molliamo di sicuro. Squilli di trombe e rulli di tamburi invece per i Giovanissimi d mister Mascagni, complice anche la sconfitta del Belmonte rimangono primi in solitaria nel proprio campionato. Una vittoria quella di eiri contro la Molinense netta nel risultato 9 a 0 e ottima per il gioco espresso, complimenti a Hibraj Samuele che alla sua prima apparizione con la maglia gialloceleste ne fà addirittura 4, le altre reti sono 3 di Manetti una di Paolini e un di Roschi, classe 2005 ormai in pianta stabile nel gruppo 2004. Infine pareggio per i Giovanissimi B del duo Granucci-Robbiati in trasferta al Barco contro la Polisportiva Novoli. In Vantaggio con Demichelis per guasi tutta la gara si fanno riprendere nei minuti finali, anche qui un po’ di sfortuna infatti dopo il pareggio i ragazzi avrebbero potuto riportarsi in vantaggio con la trasformazione di un penalty concesso poco dopo, ma Kambery, stranamente, se lo fà neutralizzare. Ma qui siamo solo alla prima giornata dei gironi primaverili quindi parlare di obiettivi è abbastanza prematuro.

#Iocicredo … Forza Valdarno !!!

La Valdarno FC a scuola di regole…

Secondo incontro formativo per il riconoscimento di Scuola Calcio èlite della stagione in corso. La prossima settimana il tema principe in assoluto delle attività, infatti si parlerà di regole e regolamenti. L’incontro è in programma Mercoledì 16 Gennaio alle ore 18 presso la sede della sezione AIA Valdarno in via G. Leopardi a Montevarchi. Relatori per l’occasione gli stessi Arbitri della Sezione che illustreranno ad i partecipanti il regolamento del gioco del Calcio.

Vista l’importanza dell’argomento trattato si invitano gli allenatori, gli istruttori e gli atleti con le loro famiglie alla partecipazione.

ecco la locandina :

Nuovo ingresso nel consiglio direttivo

La Valdarno Football Club nella persona del Presidente Simone Simoni ed il consiglio direttivo, dà il benvenuto al nuovo consigliere Andrea Ferrati. Andrea classe 61 già dirigente, ha deciso di partecipare attivamente al nuovo progetto partito quest’anno, certi che saprà dare il suo prezioso contributi gli auguriamo un buon lavoro fra di noi.

Il presidente ed il consiglio direttivo della Valdarno Football Club

Prima squadra in vacanza…

Ultimo impegno amichevole prima del rompete le righe della truppa di Massimo Zavaglia, orfana per l’occasione del suo fido secondo che beato lui festeggerà il capodanno in America, Auguri Mattia Pasqui. Il team Giallo-celeste si è misurato sabato alle ore 15, nel nuovo campo di Via Olimpia ad Incisa, nel nostro comune, con la Castelnuovese che milita nel campionato di Promozione Toscana. Viste anche le numerose defezioni è stata un’occasione per vedere all’opera da vicino alcuni giovani della formazione Juniores, in particolare sono stati inseriti : l’attaccante Baldini, l’esterno Mohamed, tutti e due classe 2000, ed il 2001 Gianmarco Kostner. Il risultato finale di 5 a 0 in questi match lascia il tempo che trova, ma servono per fare esperimenti, provare giovani per poi gradatamente inserire nella rosa della prima squadra ed il mister a fine gara ha rimarcato appunto il concetto, rimanendo piacevolmente sorpreso dalla prova dei 3. Ed ora dopo Capodanno c’è da pensare alla prima giornata di ritorno in programma allo stadio G. Del Buffa di Figline e Incisa Valdarno il giorno 6 Gennaio alle ore 14,30. Ma vediamo la foto originale di Mattia sotto la statua della Libertà con la sciarpa giallo-celeste:

Torneo dell’Epifania alla palestra Vasari

Torneo in famiglia questa edizione della manifestazione riservata alle annate 2011 / 2012 / 2013 dell’ Epifania. Un modo per far sentire tutti importanti visto il gran numero d’iscritti, in totale una quarantina circa, si è pensato di coinvolgere tutti in una festa Giallo-celeste. Il Tutto avrà inizio alle ore 9.30, come consuetudine ormai da diversi anni, all’interno della palestra Vasari di Figline e Incisa Valdarno. La mattinata sarà mirata a far vivere uno spirito non di competizione tra bambini ma solo di puro divertimento attraverso il gioco del calcio. Nel sacco della Befana ci  saranno… un mini torneo,  tiri in porta, esibizione Istruttori, tombola finale e… tante altre sorprese.   

         VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!

Ecco la locandina :

Settore Giovanile ancora positivo…

Con in primo piano la foto che riguarda la larga vittoria ottenuta sabato pomeriggio dagli Allievi B di Merito al Madonnino di Figline e Incisa Valdarno diamo i risultati del settore giovanile di questo fine settimana. La Juniores di mister Innocenti vince a Greve contro la locale formazione con il più classico dei risultati un 2 a 0 perentorio ed un predominio durante la gara che fà ben sperare in vista anche del turno infrasettimanale che si disputerà domani pomeriggio al Madonnino. Al momento terzi, ma con le prime due che si scontrano proprio domani il nostro team si conferma in piena lotta per la vittoria finale, le avversarie sono avvisate… Passiamo ora agli Allievi Regionali che vincono a Santa Firmina per 2 a 1 in rimonta nella seconda frazione di gioco in ripresa tutto il gruppo con Elvis Gjata che mette lo zampino su tutte e due le reti, assist per Pilati e goal vittoria. La squadra per il gioco espresso non merita certo la posizione di  classifica attuale e questa vittoria ci voleva proprio per il morale, che sia la ripartenza che tutti speriamo per una posizione di classifica più tranquilla. I ragazzi di mister Pampaloni fanno cappotto, un 8 a 0 in casa contro il Casellina che la dice tutta sul valore della squadra. Gli ospiti anche se rimaneggiati comunque si trovavano a metà classifica e quindi nel pre-match non si pensava certo a questo risultato. Concentrazione… quando c’è la squadra non indietreggia di un millimetro e macina gioco a volontà per le punte che realizzano una doppietta ciascuno, le altre due reti di Lapo Bianchi e Isaac Venuti. Unica nota stonata la prima sconfitta in campionato per i Giovanissimi  A nello scontro di vertice fuori casa al comunale E. Pazzagli di Ponte A Niccheri contro il Belmonte. Condannati da episodi sfavorevoli nonostante il gran gioco espresso e comunque sempre primi in classifica raggiunti proprio dalla squadra Ripolese per un testa a testa avvincente al momento con tutte le carte in regola per la vittoria finale. Doppia vittoria invece per i Giovanissimi B impregnati anche nel turno infrasettimanale, si sbarazzano della prima della classe, l’Audax Rufina Mercoledì con un perentorio 3 a 1 e vincono il derby contro la Rignanese con un perentorio 5 a 0 ancora 3 Goal per Kambery e doppietta di Conticelli che festeggia così il rientro fra le liste della rappresentativa under 14 insieme al gemello Lepri come lo scorso anno.

Ma ecco di seguito il tabellino completo:

Grevigiana – JUNIORES                     0   –   2  Reti: Baldini , Granieri.

Santa Firmina –  ALLIEVI REG.       1   –   2  Reti: Pilati, Gjata E.

ALLIEVI B di MERITO – Casellina   8   –   0 Reti: Ceccarini, Raspini, Ceccarini, Raspini, Chellini, Chellini, Bianchi, Venuti.

Belmonte AG – GIOVANISSIMI A    2   –   1 Reti: Toure Baron

GIOVANISSIMI B – Audax Rufina  3   –    1 Reti: Riminesi, Conticelli, Lepri.

USD Rignanese -GIOVANISSIMI B 0   –   5 Reti : Conticelli, Conticelli, Kambery, Kambery, Kambery.

Vi aspettiamo a Loppiano… Noi gli auguri ve li faremo da lì

Gli auguri della Valdarno Football Club per il secondo anno consecutivo si terranno all’Auditorium di Loppiano in via di San Vito,una struttura all’avanguardia per eventi di questa portata capace di ospitare fino a 1000/1200 persone. Unico teatro nel nostro comune con queste caratteristiche,che ci consentirà di far vivere a pieno l’emozione Natalizia anche ai genitori ed ai parenti dei Ragazzi e Bambini iscritti al nostro settore giovanile e scuola calcio èlite. La novità dell’anno fortemente voluta dal consiglio dei soci, presidente in testa,  sarà un pre-festa alle ore 19 e 30 con  l’aperitivo per i nostri sponsor a cui parteciperà anche la stampa locale e sarà l’occasione per svelare le linee guida del nostro progetto  da qui alla fine della stagione con diverse iniziative in ponte, ma in questo momento top-secret.  Altra novità una spettacolare coreografia del Centro Studi Danza Incisa diretto da Cristina Borgia che darà il via al programma vero e proprio, presentatore dell’evento Cristian Solaini insieme a Stefano Stagno ed Irene Meli :

Inizio ore 21 in punto con la consegna da parte dell’amministrazione comunale del  “Manifesto della comunicazione non ostile” che verrà affisso in ogni luogo per attività sportive nel territorio comunale. Subito dopo la sfilata delle squadre con la consegna gadget natalizio della società, metà serata ecco l’intervento dei responsabili scuola calcio e settore giovanile poi …

… Dopo si riprende con la sfilata accompagnata da musiche e foto degli Atleti, alla fine estrazione della lotteria di Natale, gli auguri da parte della dirigenza e brindisi finale tutti insieme… La serata sarà interamente ripresa da TV1 e verrà riproposta in varie fasce dall’emittente televisiva locale nella programmazione delle festività natalizie.

Ecco la locandina che nei prossimi giorni affiggeremo nelle nostre strutture.

#Iocicredo … Forza Valdarno !!!

In bocca al lupo Beppe

Un attaccante che entra ed uno che esce, difatti la Valdarno Football Club comunica di aver ceduto in prestito temporaneo l’attaccante classe 1998 Giuseppe Iacuzio all’ USD Castelnuovese 1926. La Società ringrazia Giuseppe per quello che ha dimostrato in questi sei mesi, professionalità ed impegno al massimo e gli augura tutto il bene possibile per questa nuova avventura che intraprenderà a breve. Arrivederci Giuseppe….

Un nuovo attaccante per Massimo Zavaglia

La Valdarno Football Club comunica di aver acquisito con la formula del prestito  fino a giugno le prestazioni sportive di Niccolò Traversari, di provenienza Scandicci con 11 presenze all’attivo nel campionato di Serie D, Ruolo attaccante esterno. Niccolò dopo aver fatto la trafila nelle giovanili del Tau Calcio, uno dei più importanti settori giovanili della toscana, viene prelevato dalla formazione prof. della Virtus Entella dove rimane fino al Luglio scorso, per poi tornare in Toscana appunto a Scandicci. Visto il poco spazio ottenuto nella formazione fiorentina  e la voglia d’emergere di Niccolò ecco l’occasione Valdarno FC per provare  a ritagliarsi il proprio spazio. Benarrivato Niccolò….

Convocazione in rappresentativa per un 2003…

Soddisfazione e sorpresa nel vedere la lista dei convocati della selezione Allievi B il nostro Michele Pesucci, da questa stagione Saracinesca del team di Francesco Pampaloni, che parteciperà ad una gara amichevole a “Sesto Fiorentino Loc.Doccia E.A. Viale XX Settembre – Sesto Fiorentino –  in preparazione del Torneo Regionale “XXXII TROFEO TOSCANA” VII TORNEO REGIONALE “MARCO ORLANDI”.

La società augura a Michele che questa sia la prima di una lunga serie di convocazioni, e che possa ritagliarsi il proprio spazio all’interno della selezione. 

Diamo il via alle cene di Natale

I Giovanissimi B danno il via alle cene di Natale organizzate dalla società,  da ieri quindi fino a tutta la prossima settimana i nostri team si ritroveranno in due ristoranti della zona amici della Valdarno Football Club per scambiarsi gli auguri di Buone Feste. Ringraziamo per questa bella serata in particolare Andrea e tutto lo staff del ristorante “Locanda dell’Antica Miniera” di Santa Barbara per il servizio e la cordialità che vi appartengono da sempre.   Serate queste per cementare ancor più i vari gruppi, anche se i 2005 sono di “cemento armato”,  in  vista anche dell’evento vero e proprio in programma il 21 a Loppiano di cui parleremo nei prossimi giorni. Allora eccoli i Ragazzini terribili e le loro famiglie, che tra l’altro nel turno infrasettimanale, disputato proprio ieri, battono la prima della classe Audax Rufina  con un perentorio 3 a 1.  Un motivo in più per festeggiare quindi per la squadra di Anselmo Robbiati e Luca Granucci…

SALVEZZA RAGGIUNTA

 

Ultima giornata di campionato al cardiopalma nel girone B di eccellenza toscana. Lotta per non retrocedere con squadre in bilico fino agli ultimi minuti di gioco. La differenza reti decide l’assegnazione dell’ultimo posto disponibile per la salvezza, senza l’appendice finale dei playout. Ed è il Valdarno Football club che si salva all’ultimo tuffo per minor reti subite, -3 rispetto al Chiusi -5 e condanna la formazione aretina a dover conquistare la salvezza, nella ruolette dei playout contro la Sestese.

Complimenti vivi al mister Forasassigiuseppe-forasassi-staff

ed ai ragazzi per aver raggiunto quest’obiettivo, per niente scontato, visto la prima parte del campionato che ci relegava in fondo alla classifica. Nonostante la sconfitta contro la Baldaccio Bruni per 2 a 0, sono riusciti comunque a portare a casa la permanenza nella categoria.

Ma veniamo ai verdetti:

Aquila Montevarchi 1902 PROMOSSA IN SERIE D NAZIONALE DILETTANTI

PLAYOFF  per Baldaccio Bruni – Zenith Audax – Grassina – Bucinese.

PLAYOUT  per Chiusi – Sestese.

 

risultati e classifica finale

 

DataCasaOrario/RisultatiLontanoLeagueStagioneLuogoArticolo

 

PossquadraGVPSGFGSGDPts
13571857696779506273631
215873404526822543259
315873345132523986253
4135672246325199126223
513362333826618779219
613261244732930029207
793581421243106137188
8144523260270284-14188
912453254624619353184
1010437343315613125145
117442161619363130142
129243103921117932139
139440183617716116138
148838173318713948131
1585381730179185-6131
16108361854183213-30126
17663662415611343114
18623116151077928109
196532122116611254108
206432102218111467106

Lotteria di Pasqua al RUSH FINALE

Schermata-2016-09-17-alle-15.37.09-234x300

 

Ultimi giorni disponibili per entrare in possesso dei biglietti della lotteria pasquale della società, ancora in vendita al Madonnino di Figline e Incisa Valdarno.

Si ricorda agli iscritti ancora in possesso dei blocchetti per la vendita, di riconsegnarli in segreteria al Centro Sportivo entro e non oltre il 26 Aprile 2017.

 

Estrazione Sabato 29

Aprile 2017

FOTO: I piccoli protagonisti del week end. Calcio e tanto divertimento!

Crescere insieme divertendosi con il calcio. Lo sanno bene i ragazzi ed i bambini della Valdarno Football Club che il sabato sono impegnati nelle varie attività di gioco. Il Valdarno intende promuovere educazione, rispetto dell’avversario e coinvolgimento grazie ad istruttori qualificati. In queste foto i ragazzi che lo scorso week end si sono resi protagonisti di una bella giornata all’insegna dello sport e dell’amicizia: dai Primi Calci, ai Pulcini 2006/2007, agli Esordienti.

 

whatsapp-image-2016-10-29-at-19-02-00

 

Esordienti B 2005_Veneri

 

whatsapp-image-2016-10-29-at-19-01-49

 

Pulcini 2007_Renai

 

whatsapp-image-2016-10-29-at-19-01-52

 

Pulcini 2006/2007 Vadi

Comunicato stampa della società

Figline Valdarno, 24/10/2016

 

La ASD Valdarno Football Club comunica che dopo lo sfogo personale post gara Lastrigiana-Valdarno di domenica 23 ottobre dell’allenatore della squadra di Eccellenza Alessio Cocollini, in modo tempestivo ha convocato il proprio tesserato nella giornata di oggi (lunedì) presso la propria sede.
Dopo un confronto sereno, il Presidente Gagliardo Gagliardi, dando prova di grande compattezza societaria, ha ribadito la propria fiducia al tecnico, che da domani sarà presente, come di consuetudine, alla seduta di allenamento.

 

ASD VALDARNO FC

Il Presidente

Eccellenza, Cocollini: “Osiamo con i nostri giovani e riportiamo la gente allo stadio”

Alla guida della prima squadra del Valdarno FC, che quest’anno prenderà parte al campionato di Eccellenza, è stato riconfermato Alessio Cocollini. L’ex allenatore di Bucinese e Castelnuovese riparte da Figline e dall’ossatura (già importante) della squadra dell’anno scorso. Cocollini ha assistito alla rivoluzione interna della società valdarnese accettando con il massimo entusiasmo i nuovi obiettivi ed il nuovo progetto che il presidente Gagliardo Gagliardi gli ha proposto già nella scorsa primavera: “Lo staff societario è completamente nuovo, l’anno scorso non avevamo neppure il preparatore atletico. Sono felice anche che sia tornato a lavorare con noi Anselmo Robbiati con il quale inizieremo a fare una programmazione di lavoro.

Obiettivi?

“Dobbiamo fare un grande lavoro con i giovani che abbiamo a disposizione e tra due o tre anni trovarci in casa dei giocatori pronti per fare cose importanti. La società non mi ha fatto pressioni su obiettivi precisi, di certo non mi ha chiesto di vincere per forza. Questo è un progetto triennale in cui bisogna crescere gradualmente e il presidente non ci ha imposto i play off”.

Ci sono anche molti giovani da inserire gradualmente in prima squadra?

“E’ logico che partiamo con delle incognite, specialmente con i ragazzi che sono qui per il primo anno. Con i giovani dobbiamo lavorarci bene e per una integrazione completa, per vedere i primi risultati, ci possono volere anche 3 o 8 mesi. I giocatori quest’anno sono quasi tutti classe 1998, però piano piano nel corso del campionato ci saranno da integrare anche i 99 ed i 2000”.

La preparazione estiva è iniziata da appena 3 giorni e ci sono già 3 amichevoli programmate. A cosa ti serviranno?

“Abbiamo deciso di giocare queste tre amichevoli estive per sperimentare tutte le soluzioni schematiche possibili, specialmente in attacco visto che il nostro bomber si aggregherà con il gruppo alla fine del mese. La squadra dovrebbe essere al top nel mese di ottobre perché nei dilettanti stando fermi 4 mesi bisogna lavorare di più per tornare a ritmi elevati. Il lavoro di Filippo Bartoli con il nostro staff da quest’anno sarà prezioso. E’ normale che all’inizio ci siano delle defezioni”.

Quale è la filosofia di mister Cocollini? Cosa è importante per tenere solido il gruppo?

“Puntare tutto sul gruppo. Il singolo è importante a livello di personalità, però il riferimento deve essere sempre il gruppo. Ai ragazzi dico che i compagni di squadra sono come migliori amici: ti sacrifichi anche per loro.  La mentalità fa la differenza nel gioco di squadra. Bisogna riuscire a creare un qualcosa che ci leghi tutti”.

Cosa si può fare per riportare la gente allo stadio?

“Secondo me a Figline puoi riportare la gente allo stadio se fai qualcosa di diverso dagli altri, soprattutto nel far crescere i nostri giovani da inserire piano piano in prima squadra. Se facciamo vedere alla gente, magari inserendo un sotto quota di uno-due anni, che vuoi crescere dei giovani dal tuo vivaio, tutti riconoscono che sei stato bravo. Nei dilettanti non si viene per guadagnare chissà quali cifre o puntare tutto su un obiettivo preciso, si viene per formare una squadra e coltivare un sogno. Bisogna avere il coraggio di osare e buttare i giovani nella mischia”.

 

Chiara Baglioni

Ufficio Stampa

Lutto per Marco Calcinai

Profondamente addolorati partecipiamo al lutto per l’immatura scomparsa di Marco Calcinai, padre di Alessio, nostro ragazzo della categoria Esordienti. Nel dolore di questo giorno, ci uniamo alla vostra sofferenza con un profondo abbraccio.

 

Il Presidente, i dirigenti e tutto lo staff del Valdarno Football Club.

Una Cena per Mauro

Il 16 luglio 2016,

Una Cena per Mauro

Via J.F. Kennedy

(davanti alla dese della protezione Civile)

 
La pubblica assistenza Croce Azzurra di Reggello organizza una cena per la raccolta di fondi da destinare all’acquisto di un montascale per Mauro, rimasto paralizzato dopo una grave malattia.

Abbinamenti per raggruppamenti Pulcini 2005

RAGGRUPPAMENTI PULCINI 2005

1ªgiornata – 19/20 SETTEMBRE 2015

Società ospitante:  BAGNO A RIPOLI

SETTIGNANESE

OLIMPIA FIRENZE

VALDARNO

Allen. CROSINA

 

2ªgiornata – 26/27 SETTEMBRE 2015

Società ospitante: FLORIA 2000

RUFINA

OLIMPIA FIRENZE

VALDARNO

Allen. CECCONI

 

Società ospitante:  FIESOLE

AFFRICO

PONTASSIEVE

VALDARNO

Allen. LARGIUNI

 

Società ospitante:  GALLUZZO

AFFRICO

VALDARNO

MONTELUPO

Allen. CROSINA

 

3ªgiornata – 03/04 OTTOBRE 2015

Società ospitante: LUDUS 90

RUFINA

FIRENZE SUD

VALDARNO

Allen. LARGIUNI

 

Società ospitante: BAGNO A RIPOLI

SALES

SESTESE CALCIO

VALDARNO

Allen. CROSINA

 

Società ospitante: AFFRICO

MONTELUPO

VALDARNO

Allen. CECCONI

 

4ªgiornata – 10/11 OTTOBRE 2015

Società ospitante: FIESOLE

FIORENTINA

LUDUS 90

VALDARNO

Allen. CROSINA

 

Società ospitante: CERBAIA

EMPOLI GIOVANI

PONZANO

VALDARNO

Allen. CECCONI

 

Società ospitante: VALDARNO

BELMONTE

FLORIA 2000

MOLINENSE

Allen.  LARGIUNI

Alberto Ermini (“Fragna”)

Inizia la nuova stagione calcistica e , come già fatto in quella passata, andiamo a conoscere le figure che operano con tanta passione all’interno della nostra Società. Per cominciare faremo una breve chiacchierata con Alberto Ermini, detto ” I Fragna”.

Alberto, cominciamo proprio dal tuo soprannome: perchè  Fragna?

Questo soprannome l’ho ereditato da mio fratello Franco, calciatore professionista che ha militato nel Torino, nell’Ancona e tante altre squadre; quando era piccolo andava in giro con il pallone sotto braccio e i più grandi, per dispetto, glielo bucavano o glielo portavano via. Lui si metteva a piangere e fu battezzato “il frigna”, poi storpiato in “fragna”. Quando lui parti per fare il calciatore professionista, rimasi io , il “fragnino”e, una volta cresciuto, “Fragna” per tutti i figlinesi.

Bene, abbiamo chiarito l’origine del tuo soprannome. Parlaci ora dei tuoi trascorsi da calciatore

Ho fatto tutta la trafila del Settore Giovanile dell’A.S. Figline per approdare in prima squadra dove ho fatto un anno di Promozione (quando la Promozione aveva un livello qualitativo molto superiore ad adesso), un anno in Prima Categoria senza infamia e senza lode. Li mi sono fermato e ho deciso che era più gratificante fare calcio amatoriale, cosa che ho fatto per tanti anni.

E come sei diventato istruttore dei ragazzi?

Sono stato coinvolto da Alessandro Degl’Innocenti, il mitico “Sandalino” che ancora oggi è con noi al Valdarno. Sono passati quasi 20 anni, la mia prima annata è stata il 1991. Da allora, prima nell’A.S. Figline, poi nei Gialloblù e infine nel Valdarno F.C. , ho fatto esperienza praticamente con tutte le categorie della Scuola Calcio e del Settore Giovanile.

Quest’anno hai mantenuto il tuo ruolo di istruttore degli Esordienti B, però con un nuovo gruppo, il 2004. Cosa ci puoi dire di questi nuovi ragazzi?

E’ presto per esprimer un giudizio su un gruppo che conosco poco dopo solo 2 giorni di allenamento. La prima impressione è comunque positiva e credo che ci siano i presupposti per fare bene con entrambi i gruppi. Ci sono da inserire anche alcuni ragazzi arrivati quest’anno e, fra qualche giorno, avremo un quadro già chiaro e dettagliato della situazione.

Per  finire Alberto, come vedi, in generale, questa stagione per il Valdarno F.C.?

Credo che la Società abbia lavorato e stia lavorando bene sia a livello organizzativo che a livello tecnico. A questo proposito mi sento di poter dire che sono state fatte delle ottime scelte riguardo gli allenatori del Settore Giovanile e anche nella Scuola Calcio sono stati inseriti nuovi Istruttori qualificati e ben preparati. Lo staff Dirigenziale, i responsabili, i segretari, i custodi e tutti quanti gravitano nella sfera della Società hanno un anno in più di esperienza e questo è garanzia del buon funzionamento dell’apparato.

Grazie Alberto! In bocca al lupo e buon lavoro

 

Niccolò Tatini, più che un semplice istruttore

Niccolò Tatini, classe 1988, laureando in Scienze Motorie,  un passato da sportivissimo, un presente da istruttore di calcio e un futuro aperto a qualsiasi attività che abbia a che fare con lo sport. Questo in breve il profilo di mister Tatini, istruttore dei Pulcini 2004.

Ci hai raccontato che hai iniziato a giocare a calcio venti anni fa, avevi 6 anni e tanti sogni. Oggi che di anni ne hai 26, sei istruttore, come è avvenuto il passaggio a questo nuovo ruolo?
Sono istruttore è vero, ma cerco di trovare anche il tempo per continuare a giocare a calcio. Cinque anni fa mi è capitata l’occasione di poter allenare la mia prima squadra e ho accettato con grande entusiasmo di lanciarmi in questa nuova avventura anche perché calzava a pennello con gli studi che avevo deciso di intraprendere .Il mio debutto come istruttore risale però a molto prima, addirittura sono stato allenatore anche per dei parenti e poi lo sport ha sempre fatto parte della mia vita. Ho un brevetto come istruttore di nuoto, ho lavorato per 8 anni nelle piscine di Rignano, Pontassieve, Reggelllo e Figline e per tre anni ho seguito un gruppo di cento anziani nell’attività di ginnastica dolce.

Cosa significa per te essere istruttore?
Per me lo sport ha rappresentato fino adesso non solo una passione, ma anche un impegno lavorativo che fortunatamente ho potuto sempre coniugare con i miei studi. Il ruolo di istruttore nella scuola calcio è stata però un’esperienza particolarmente forte che mi ha portato a vivere il mio impegno come una missione, consapevole che in queste vesti rappresento un modello per i miei ragazzi.

Stai per laurearti e probabilmente stai pensando al tuo prossimo futuro lavorativo, che spazio avrà il tuo ruolo d’istruttore?
Dietro all’attività d’istruttore che svolgo oggi ci sono anni di studio, una preparazione mirata e tanta dedizione che già da tempo mi portano a vivere questo impegno come un lavoro. Dall’età di 18 anni mi occupo della formazione dei più piccoli e non solo in ambito calcistico. Non ho la benché minima voglia di abbandonare questo tipo di attività e quello che ho costruito intorno, mi piacerebbe però poter dedicare anche parte del mio tempo ad altre attività che possano valorizzare ulteriormente il percorso accademico che sto concludendo.

Condividi molto tempo con i bambini, cosa ne ricevi in cambio in termini di emozioni e insegnamenti?
Non potrei fare a meno di stare con loro, sono terapeutici. Tutti noi siamo stati bambini e troppo spesso lo dimentichiamo, dovremmo invece ricordare più spesso quel vissuto, come eravamo e come ci sentivamo, oltretutto guardare il mondo con gli occhi di un bambino rende tutto più bello. La loro incredibile sensibilità è senza dubbio l’insegnamento più grande che costantemente mi trasmettono, anche quando sembra che non ti stiano ascoltando, lo stanno facendo. Contribuire alla loro crescita è per me motivo di orgoglio.

Cosa invece un istruttore deve trasmettere ai suoi allievi?
Deve prendere tutto ciò che di buono ha imparato dalla vita e trasmetterlo a loro. Deve però ricordarsi che sono bambini e dunque deve trattarli come tali. Sta nella sua bravura trovare il modo più simpatico ed efficace di insegnare. Credo che non sia assolutamente corretto, né da parte degli istruttori, né dei genitori, avere troppe aspettative nei confronti dei bambini. Spesso purtroppo però è l’ambizione dei grandi, che non hanno ottenuto i risultati desiderati, a spingere i più piccoli ad azioni e atteggiamenti al di sopra delle loro potenzialità esercitando su di loro un’insana pressione. Un istruttore di una scuola calcio ha la possibilità di insegnare molto di più di qualche tecnica tattica, può ad esempio trasmettere il valore del gioco di squadra ed insegnare ai bambini che, come nella società in cui viviamo, ognuno ha un ruolo e qualità diverse che messe insieme possono far funzionare meglio il gioco.

A distanza di tre anni dalla sua fondazione come vedi cambiata la tua società?
Come gran parte degli inizi, anche quello dell’FC Valdarno, è stato un po’ difficile. Si trattava di due realtà calcistiche con due identità ben definite, Incisa e Figline, che ad un certo punto hanno deciso di unirsi e come in tutti i cambiamenti c’è stato un primo momento di destabilizzazione. Dopo tre anni posso dire che gran parte delle criticità sono state superate, vedo progressivi miglioramenti e la passione che tutti impiegano per dare risultati eccellenti è palpabile e stimolante. Ho molta stima nei confronti delle persone che rappresentano i capisaldi della società perché hanno esperienza in questo settore, hanno voglia di trasmetterla agli altri e di fare le cose in maniera corretta. Mi sento in una grande famiglia e non potrei immaginare la mia società in altro modo.

Come hai vissuto il passaggio dai campi di Incisa, dove svolgevi la tua attività d’istruttore fino alla scorsa stagione, a quelli del Madonnino, a Figline?
Essere fisicamente ad Incisa, lontano dalla sede, mi ha fatto sentire per un po’ di tempo defilato, in una posizione che, complice la geografia, mi poneva lontano dalla vita della società. Iniziare però a frequentare assiduamente questi campi mi ha permesso di recuperare velocemente tutti quegli aspetti di vita societaria che stimolano sempre di più a fare bene il proprio mestiere.