#Noicisiamo ... Forza Valdarno !!!

Valdarno FC vs Orange Don Bosco

Valdarno FC vs Orange Don Bosco

vs

Riepilogo

1° GIORNATA CAMPIONATO JUNIORES REGIONALE

Valdarno Fc – Orange Don Bosco 3 -0

Formazioni delle squadre :

VALDARNO FC : Simoni, Roghi, Bianchi( 51° Gjata A.), Gjata E.(81° Bernacchioni), Arnetoli(88° Bardazzi), Sacchetti, Ardinghi(75° Raspini), Pilati, Scudocrociato, Galanti(60° Polini), Borrello.

A Disposizione: Butini, Bardazzi, Gjata A., Figueira Da Silva, Raspini, Bernacchioni, Polini.

Allenatore : Christian Innocenti

Vice All. : Mirko Vivoli

 

ORANGE DON BOSCO: Limoni, Sbardella, Marsicano, Castracani, Raslan, Nocentini, Zougui Hamza(80° Exsacoustos), Burroni, Niang Mohamed(83° Donati), Sellam, Riceputi.

A disposizione: Bruni, Donati, Lodolo, Exsacoustos, Cristini.

Allenatore : Raffaele Cherubini

Direttore di Gara : Leonardo Chellini Sezione Valdarno

Marcatori : 70’ Filippo Scudocrociato (Valdarno FC), 79° Aldo Pilati(Valdarno FC), 83° Matteo Borrello (ValdarnoFC).

Espulso per proteste al 62° Marsicano (Orange Don Bosco)

Calciatori Piu:     Valdarno Fc : Arnetoli, Pilati, Scudocrociato.

Orange Don Bosco : Limoni, Burroni, Niang.

 

Cronaca :

Primo turno del campionato regionale girone F di scena al comunale Del Buffa di Figline e Incisa Valdarno  i padroni di casa del Valdarno FC assenti in categoria dalla stagione 2014/2015, allora Gialloblu Figline , contro l’Orange Don Bosco di Arezzo. Dopo un lungo tira e molla di Comunicati Ufficiali, l’ultimo arrivato poco prima dell’inizio della gara. La federazione, Comitato Regionale Toscano, decide di far giocare tutte le gare a porte chiuse in attesa che il Governo vari un nuovo DPCM e che la regione se possibile con un ordinanza intregri e regoli gli accessi negl’impianti sportivi, visto che ancora i contagi da Covid-19 non accennano a diminuire. Strano che quando di deve far entrare il pubblico negli stadio della serie A ci si affretti a fare ordinanze per l’accesso nelle tribune e guarda caso in assenza di gara dei professionisti non si riesca a prolungare un ordinanza la numero 86 per esattezza fino all’uscita per lo meno del prossimo DPCM. Nonostante un cavillo all’interno del regolamento federale che ci avrebbe permesso di far entrare CMQ il pubblico, la regola dice infatti che i comunicati entrano in vigore dal giorno successivo della proclamazione, la società Valdarno Fc come altre si adegua e chiude le porte al pubblico. Crediamo di non fare demagogia nel dire che a queste condizione le società dilettantistiche non possono continuare e questo nei prossimi giorni chi di dovere ne dovrà prendere atto. Noi abbiamo commentato nel nostro profili Social “CHE TRISTEZZA” e non diciamo altro, aspettiamo l’evolversi degli eventi.

Non si può essere indifferenti a questa decisione da parte delle autorità federali, nella storia calcistica infatti non era mai successo, se non fosse nei periodi delle due guerre, ma come si dice in questi casi “show must go on…” e quindi raccontiamo di questa gara giocata in queste condizione che comunque le due squadre hanno onorato con impegno e sacrificio.

Primo tempo che parte subito con  i Gialloblu locali in cerca della rete del vantaggio, nei primi 5 minuti infatti solo imprecisioni sottoporta degli attaccanti fanno si che il risultato rimanga inchiodato sullo 0-0. Ci provano in sequenza prima Borrello, poi Scudocrociato ed ancora Borrello ma la palla non vuole entrare. Il pallino del gioco è sempre nelle mani del Valdarno Fc per lunghi tratti del match, salvo poi in alcune sporadiche azioni di rimessa gli  ospiti provino con lanci lunghi o tiri dalla distanza la conclusione verso la porta avversaria senza successo. L’unico brivido della gara che scorre sulla schiena di Simoni intorno al 30°, infatti un tiro di Niang viene parato in due tempi dall’estremo locale  proprio sulla riga di porta. Verso la fine della prima frazione,  ci provano ancora i Figlinesi con Galanti e Ardinghi ma le loro conclusioni finisco fuori bersaglio. Tutti negli spogliatoi all’intervallo con il punteggio sempre fermo sullo 0-0, l’argine messo in mostra dagli aretini per ora ha retto bene l’onda gialloblu, mister Cherubini si mostra molto soddisfatto nella pausa, al tempo stesso però tutto questo correre il lungo  e largo per il campo ad arginare le offensive locali , gli desta un po’ di preoccupazione per il secondo tempo. Mister Innocenti invece abbastanza arrabbiato per non aver segnato dopo tutte le occasioni create sprona la squadra ad entrare in campo più cattivi sotto porta per portare a casa i 3 punti.

Inizia la ripresa con il solito canovaccio del primo tempo, la fatica comincia a farsi sentire, gli ospiti si innervosiscono un po’ ed al 18° ne fa le spese il numero 3 Marsicano, che viene espulso per proteste. Da qui in poi un l’uomo in più la Valdarno Fc innesca la Sesta e finalmente riesce gonfiare la rete per 3 volte. La sbocca Scudocrociato al 25°, il main of the match gialloblu. Calcio d’angolo corto di Ardinghi per Borrello che crossa in mezzo, svetta di testa Sacchetti che colpisce la traversa e sulla ribattuta è pronto “Scudo” che insacca sempre di testa. La seconda porta la firma di Pilati al 39° che dal limite dell’aria con una conclusione a fil di palo beffa il portiere avversario. Al minuto 43° terzo sigillo di Borrello che sfrutta l’ennesima scorribanda sulla destra di Scudocrociato. Il numero 9 locale tira da dentro l’area di rigore, la sua conclusione viene deviata da Raslan, purtroppo per gli ospiti proprio sui piedi dell’attaccante gialloblu che non sbaglia. Note di fine gara : Mister Innocenti fa esordire subito alla prima gara, nella ripresa,  4 classe 2003 segno comunque che la rosa non sarà certo da sottovalutare. Fra l’altro per poco uno di loro non riesce anche a segnare proprio allo scadere, si aspettano squadra più organizzate a livello di gioco per ulteriori conferme, comunque primi 3 punti e via… L’intento di mister Cherubini invece era evidente fin dall’inizio, cercare di portare a casa almeno un punto, e forse senza l’espulsione c’è l’avrebbe anche fatta. Sarà un campionato di sofferenza per gli ospiti ma la grinta e la determinazione visti a Figline oggi saranno certamente di aiuto.