Giovanissimi A … Valdarno Fc- Firenze Sud 5-0

Articolo di Enrico Riminesi

Formazione Valdarno: Campanile, Orsini, Sorelli, Dolfi (C), Riminesi (VC), Banchetti, Palombo, Conticelli, Tani, Lepri, Taverna. A disp: Tognetti, Vaccaro, Righeschi, Focardi, Becattini, Demichelis. Allenatori Robbiati-Granucci

Formazione Firenze Sud: Bellucci, Cappelli (VC), Pusceddu, Scarpi, Tommasini, Angeli T., Benini, Bianchini, Miniati, Angeli M. (C), Matteuzzi. A disp: Vignoni, Corsi, Raspanti, Alic, Lazzerini, Bussan, Welday. Allenatore Coretta

Arbitro: Arben Bullari sez. Valdarno.

Risultato finale: Valdarno – Firenze Sud 5-0

Marcatori:  Tani 2, Conticelli, Sorelli, Becattini

Va in scena al Madonnino il big match di giornata tra le terze appaiate in classifica, e le aspettative non vengono deluse, grazie soprattutto al Valdarno che, sfoderando una prestazione scintillante, annichilisce un irriconoscibile Firenze Sud, infliggendogli un pesante passivo di 5 a 0.

Ricostruiamo gli episodi salienti dell’incontro: dalle prime fasi di gioco si denota che i ragazzi agli ordini del duo Robbiati & Granucci sono in stato di grazia, mettendo subito in ambasce la retroguardia ospite al 4’, con una pregevole manovra corale, che trova sbocco sul settore di destra dell’attacco, dove Palombo riceve palla e incrocia con una rasoiata secca, che sfila di poco sopra il montante.

Scorrono 3 minuti e Lepri si procaccia un invitante calcio di punizione dai venti metri spostato sulla fascia mancina: lo stesso bomber pennella magistralmente per Taverna appostato sul secondo palo, ma la mezzala spreca battendo a lato.

Allo scoccare dell’8’ il Valdarno passa in vantaggio: un indiavolato Conticelli semina il panico tra le maglie della difesa ospite con una percussione caparbia e, sfruttando una sponda involontaria di un avversario, si presenta al cospetto di Bellucci e lo supera con uno shot di collo destro, che termina la sua corsa appena sotto la traversa.

I giallo-azzurri sciorinano calcio champagne ed al 13’ un’azione tutta di prima si conclude con un cross rasoterra dal fondo operato da Orsini, che sfila pericolosamente all’interno dell’area piccola, senza tuttavia trovare il tap-in vincente di un attaccante.

I ragazzi spronati da mister Coretta, cercano di rimettersi in carreggiata, e nell’arco di 5 minuti, tra il 18’ ed il 22’, si procurano 2 occasioni da rete: la prima con Miniati, che calcia debolmente a lato da pochi passi, su mischia conseguente a calcio da fermo sul settore di destra; la seconda con una punizione dal limite dell’area da posizione centrale, battuta con destrezza da Bianchini, che da’ la sensazione ottica del gol, facendo la barba al montante e gonfiando la rete dalla parte esterna!

Trascorrono 4 giri di lancette ed i padroni di casa riprendono a martellare, con una gran staffilata di Tani di collo pieno dai 22 metri, che mette in risalto i riflessi di Bellucci, pronto a respingere con i pugni.

Minuto 29: calcio piazzato dal fronte sinistro dell’attacco, con parabola arcuata ben calibrata dal solito Lepri, Sorelli sfiora di testa e Riminesi si allaccia con un difensore sul secondo palo, rotolando rovinosamente a terra ed invocando il penalty, ma Bullari ben piazzato fa segno di rialzarsi e proseguire il gioco.

Allo scadere della frazione è bomber Lepri ad avere sui piedi la palla del raddoppio, dai 10 metri in piena area di rigore, ma il tiro, seppur angolato, risulta debole e diventa facile preda dell’estremo difensore ospite.

Passano 2 minuti nella ripresa ed i fiorentini potrebbero impattare, grazie ad un appoggio svagato di Campanile in alleggerimento, che innesca Miniati, il cui pallonetto a porta sguarnita è impreciso e termina a lato.

Sul capovolgimento di fronte Lepri in versione assist man lancia Tani in velocità sull’out di sinistra, il cannoniere inserisce il turbo bruciando i difensori e poi piazza un diagonale chirurgico a pelo d’erba, che non da’ scampo a Bellucci e fa 2-0.

Spinge ancora il Valdarno al 5’ con Conticelli, che inventa un filtrante per Palombo, mettendolo a tu per tu con il portiere, destro secco della punta e salvataggio miracoloso in corner di Bellucci.

Sugli sviluppi del corner svetta di testa più alto di tutti il corazziere Sorelli, con la sfera che va a togliere le ragnatele dal sette della porta avversaria, complice una traiettoria parabolica beffarda.

Al minuto 12 assistiamo al gol più bello di giornata: Banchetti innesca Tani in ripartenza, che percorre 25 metri palla al piede, superano dritto per dritto un paio di avversari e poi si inventa uno scavetto alla Totti, che si insacca morbidamente alle spalle di un esterrefatto Bellucci.

19’: i blues potrebbero accorciare, ma Matteuzzi tutto solo in area di rigore, smarcato da un rimpallo favorevole, spara fuori.

I giallo-azzurri si divertono e divertono il nutrito pubblico presente sugli spalti, con azioni palla a terra e tocchi di prima: al 22’ Conticelli offre un assist al bacio per Demichelis, che si allarga troppo per evitare il portiere in uscita e poi, da posizione defilata, conclude a lato; al 24’ Righeschi viene smarcato da solo davanti a Vignoni, ma calcia centralmente ed il portiere si salva con i piedi.

Minuto 28 ed il Valdarno potrebbe rimpinguare il bottino in seguito ad un cross dalla destra di Becattini, intelligente velo di Vaccaro, che mette Righeschi a tu per tu con Vignoni, ma il centravanti strozza la palla che sfila a lato.

Finisce in gloria per i padroni di casa, che suggellano un match dominato con la rete griffata da Becattini, abile a smarcarsi per il tiro sulla fascia destra, per poi far partire un missile di collo pieno destro, che si impenna grazie ad una deviazione fortuita, e si infila all’angolino alto.

Giocatori più:

Valdarno

Tani: Quando parte in velocità il Frecciarossa del Valdarno, per fermarlo non basterebbe Usain Bolt!

Conticelli: Quando i giri del motore del “Conte” sono alti, gira tutta la squadra, ed oggi lo erano!

Retroguardia: Campanile, Dolfi, Orsini, Riminesi e Sorelli costituiscono un blocco granitico difficilmente scalfibile; una nota di merito per Sorelli in versione goleador alla Sergio Ramos.

Firenze Sud:

Bianchini: nella prestazione sottotono dell’intera squadra, si salva mostrando di avere stoffa, ma anche carattere.

E..

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *