Giovanissimi A : Valdarno Fc- Sales 0-0 Cronaca della gara

Formazione Valdarno: Berlincioni, Orsini, Becattini, Riminesi, Dolfi (VC), Conticelli, Lepri, Tani, Kamberi, Ferrini, Demichelis (C). A disp: Campanile, Taverna, Palombo, Righeschi, Banchetti, Vaccaro, Focardi, Ghiori. Allenatori Robbiati-Granucci

Formazione Sales: Bandinelli, Hametaj, Ihediwadugwu, Guerrini, Graffeo, Rocchi, Pierattini (VC), Malizia, Marqeshi (C), Bernini, Luzzetti. A disp: Merciai, Maschietto, De Polo Saibanti, El Rhali, Marsili. Allenatore Bacci

Arbitro: Sofroni Francesca

Risultato finale: Valdarno – Sales 0-

Lo stadio comunale Del Buffa ospita il big-match tra Valdarno e Sales, che vale la piazza d’onore, alle spalle della lanciatissima schiacciasassi Audax Rufina: l’incontro promette spettacolo e le aspettative non vengono deluse, perché nonostante il pareggio a reti bianche, le due squadre giocano a viso aperto, senza tatticismi, dando vita ad una sfida emozionante e ricca di suspense, sconsigliabile ai cardiopatici.

Riavvolgiamo il nastro ed entriamo in cronaca: pronti via e dopo una manciata di secondi Kamberi si invola sull’out di sinistra, converge al centro in area di rigore, ma un attimo prima di battere a rete, viene anticipato in corner da un tackle scivolato di un avversario in recupero.

Minuto 2 e gli allblacks sfiorano il vantaggio con Ferrini che, raggiunto sul secondo palo, a non più di tre metri dalla porta, da un pallone invitante pervenuto da calcio d’angolo, colpisce di testa centrando il portiere ben piazzato.

Trascorrono 4 giri di lancette e sono sempre i boys del duo Robbiati&Granucci a mettersi in mostra, con un assist filtrante di Kamberi per Ferrini, tutto solo al cospetto di Bandinelli: aggancio e destro secco e potente dell’attaccante, che si stampa sulla sagoma del portiere proteso in uscita; l’arbitressa successivamente vanifica l’azione per una presunta posizione di offside.

Dopo la sfuriata iniziale dei valdarnesi, i fiorentini cominciano a riorganizzarsi, ed al 14’ costruiscono una pregevole azione sulla fascia destra, con scarico al centro per Bernini, che irrompe dalle retrovie ed esplode un rasoterra di collo pieno, neutralizzato con bravura da Berlincioni in presa bassa.

Nella fase centrale della frazione la manovra si sviluppa prevalentemente a centrocampo, con le due compagini che si danno battaglia, sotto una pioggia fine, ma fitta e incessante; per registrare una conclusione degna di nota scorriamo al 27’: i tutti gialli ospiti usufruiscono di un allettante calcio piazzato appena fuori dall’area di rigore, ma la parabola con effetto a scendere, tentata da Marqeshi, termina alta di un palmo sopra il montante.

Minuto 30 e lo stantuffo Becattini solca la fascia destra e, quasi dal fondo, calibra un cross teso al centro, degno del miglior Pasquale Iachini, che attraversa tutto lo specchio della porta, senza trovare il tap-in vincente.

In chiusura di tempo annotiamo sul tabellino l’occasione più nitida per i ragazzi di mister Bacci, con Bernini che si libera con abilità della marcatura, si presenta a tu per tu con Berlincioni, ma ritarda di una frazione di secondo la stoccata a rete, consentendo il recupero di Becattini, che gli smorza il tiro, facilitando la parata del portiere.

Alla ripresa del gioco la Sales si procura subito un calcio d’angolo: traversone spiovente al centro e incornata imperiosa di Malizia, sulla quale Berlincioni compie il primo miracolo, tuffandosi sulla propria sinistra e con un colpo di reni smanacciando la sfera, destinata a finire in fondo al sacco; Becattini poi completa il salvataggio spazzando via il pallone.

Al 3’ di gioco si verifica uno degli episodi chiave del match: Lepri salta in dribbling un avversario e, dal limite dell’area, calcia con il sinistro ad incrociare a pelo d’erba, Bandinelli si tuffa e respinge corto, irrompe da dietro Kamberi, più lesto di tutti ad avventarsi sulla sfera, e deposita in rete, ma la direttrice di gara, perlatro posizionata nel cerchio di centrocampo, si erge a protagonista, annullando la marcatura, avendo ravvisato una fantomatica posizione di fuorigioco.

Scampato il pericolo i salesiani reagiscono con veemenza ed al 5’, facendo valere il mismatch di stazza atletica e centimetri, sempre su azione da corner, superano di nuovo i propri marcatori nel gioco aereo, costringendo il portiere ad un ulteriore difficile intervento.

La pressione dei fiorentini si fa asfissiante e al minuto 12, Ihediwadugwu dal cuore dell’area di rigore stoppa e sul rimbalzo calcia a volo sfiorando il bersaglio grosso.

Sul fronte opposto al 17’ calcio di punizione dai venti metri: sulla sfera va Becattini, ma la sua staffilata sibila a poche spanne dalla traversa.

Al 21’ l’altro episodio cruciale dell’incontro: Ihediwadugwu in piena area di rigore subisce una trattenuta e l’arbitro, dopo un attimo di indecisione, decreta il penalty. Sul dischetto si presenta Marqeshi, che opta per un tiro di potenza piuttosto centrale, ma Berlincioni rimane freddo e non battezza un angolo tuffandosi, riuscendo così ad intercettare il pallone.

Ripresisi dallo spavento i valdarnesi si riaffacciano in area ospite ed al 25’ vanno vicini al gol con Kamberi, che sugli sviluppi di una mischia convulsa sotto porta, calcia da pochi passi, ma Ihediwadugwu è appostato sulla linea bianca e sventa la minaccia.

Insistono i tutti neri  e 2 minuti più tardi è Palombo a calamitare un cross di Becattini e tentare l’incornata vincente, ma Bandinelli è ben piazzato e neutralizza.

Nelle fasi finali dell’incontro spinge di più la Sales e proprio allo scadere l’indiavolato Ihediwadugwu fa vedere i sorci verdi ai padroni di casa, con un’incursione sulla fascia destra, culminata con un tiro-cross radente, che attraversa  tutta l’area piccola, sul quale compagni ed avversari non riescono ad intervenire per un’inezia.

Finisce qui il match, sicuramente vibrante e avvincente, senza vincitori né vinti, ed il risultato di parità rispetta l’andamento della partita, con occasioni da gol e recriminazioni equamente suddivise.

Giocatori più:

Valdarno:

Berlincioni: si erge a protagonista, parando il rigore e sfoderando altri 2-3 interventi magistrali

Demichelis: fosforo e garra non gli fanno difetto, anche di fronte ad avversari di stazza atletica notevolmente superiore

Becattini: chiude con il lucchetto la sua fascia e rilancia spesso il gioco con la potenza e precisione del suo destro

Sales:

Ihediwadugwu: risulta il più insidioso del reparto offensivo, partendo dalla corsia di destra; si procura anche il rigore, purtroppo per i suoi non trasformato.

Marqeshi: da’ battaglia a tutto campo, macinando chilometri senza soluzione di continuità, peccato per il rigore sbagliato

Bernini: si rende pericoloso in varie occasioni, disputando un match di sostanza, a cui manca solo il coronamento del gol.

E.R.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *