I giovanissimi si aggiudicano il derby!

Formazione Valdarno: Campanile, Orsini, Becattini, Vaccaro, Dolfi (VC), Taverna, Tani, Banchetti, Righeschi, Ferrini, Demichelis (C). A disp: Tognetti, Lepri, Conticelli, Focardi, Riminesi, Sorelli, Ghiori. Allenatori Robbiati-Granucci

Formazione Rignanese: Baldoni, Morgenni (VC), Bonechi, Mini, Rinaldi, Sansone V., Malaj, Becattini, Guidantoni (C), Cape, Sansone D. A disp: Baldini, Degl’Innocenti. Allenatore Baldoni

Arbitro: Bernardini sez. Valdarno

Risultato finale: Valdarno – Rignanese 3-1

Marcatori:  Righeschi, Demichelis, Lepri, Guidantoni.

Va in scena al Madonnino il derby tra Valdarno e Rignanese, disputato su un terreno di gioco fangoso e costellato di pozzanghere, in un piovigginoso pomeriggio invernale, al cospetto di un nutrito e rumoroso pubblico.

Alla fine a spuntarla è il Valdarno, che fa valere il superiore tasso tecnico, riuscendo però a mettere in ghiaccio il risultato solo nelle fasi conclusive del match.

Riavvolgiamo il nastro dall’inizio: la prima azione da annotare sul tabellino vede protagonisti i giallo-azzurri di casa, con Banchetti che sventaglia sull’out di destra per Ferrini, quest’ultimo converge al centro e batte forte con il collo destro sul primo palo, costringendo Baldoni ad un’impegnativa deviazione in corner.

Un giro di lancette più tardi Vaccaro pennella un cross al centro dal settore destro del fronte offensivo, sul quale Righeschi stacca di testa in anticipo sul portiere proteso in uscita, indirizzando la sfera nell’angolino alto imparabilmente.

Al 14’ i ragazzi del duo Robbiati & Granucci ci provano con una conclusione dai sedici metri tentata da Taverna, ma la traiettoria risulta leggermente alta sopra il montante.

Quando il cronometro segna 20, Banchetti parte palla al piede dalla propria metà campo, spostato sulla fascia sinistra, salta in dribbling un paio di avversari, converge al centro e fa partire una cannonata, che termina la sua corsa lambendo la traversa.

Allo scoccare del 30’ Vaccaro raccoglie una corta respinta della difesa ospite, in seguito ad azione da corner, e calcia di potenza con l’esterno destro ad incrociare, sfiorando il palo opposto.

Due giri di orologio più tardi Tani scatta sul filo del fuorigioco, bruciando il proprio marcatore, ma il pallone si impantana in una pozza, vanificando la giocata e consentendo il recupero della retroguardia.

Allo scadere della prima frazione di gioco il raddoppio sembra cosa fatta: Righeschi ben appostato sul secondo palo, si ritrova smarcato con tutto lo specchio della porta libero, a causa di un precedente intervento del portiere in uscita alta su mischia, e non deve fare altro che depositare in rete, ma la sfera si blocca incredibilmente proprio sulla linea bianca, frenata da una pozzanghera di fantozziana memoria.

Nella ripresa il canovaccio tattico del match è sempre lo stesso, con un’aspra contesa a metà  campo, numerosi interventi fallosi, amplificati dalle condizioni precarie dal terreno di gioco, ed il Valdarno comunque a spingere sull’acceleratore per tentare di chiudere i conti: al 2’ Ferrini irrompe in area di rigore ed esplode un destro dirompente, salvato in corner da Baldoni, con un difficile intervento in 2 tempi.

Sugli sviluppi dell’angolo, Taverna svetta più alto di tutti impattando di testa, ma spedendo la sfera fuori di un soffio.

Si fa tambureggiante la pressione dei valdarnesi, che al 7’ sfiorano il raddoppio con Vaccaro, autore di un colpo di testa che rasenta il palo con la porta sguarnita, in seguito ad un’uscita a vuoto dell’estremo difensore, su azione da corner.

Con la cronaca arriviamo al 20’, registrando la prima azione pericolosa dei ragazzi di mister Baldoni, con un tiro dalla distanza di Morgenni, neutralizzato a terra da Campanile.

Il fortino eretto dagli all blacks rignanesi crolla al minuto 29, grazie ad una splendida azione corale, che si sviluppa sulla corsia di sinistra con Lepri, abile a saltare il proprio marcatore e dal fondo rimettere al centro un pallone con il contagiri per l’accorrente Demichelis, smarcatosi in area sul fronte opposto, che di controbalzo fredda Baldoni con un diagonale chirurgico.

Sulle ali dell’entusiasmo per essere pervenuti alla rete, i giallo-azzurri si procurano, due minuti più tardi, un’altra ghiotta occasione gol, propiziata da un cross calibrato dalla destra di Demichelis per Lepri, che impatta al volo, ma con traiettoria troppo centrale, trovando così l’opposizione del portiere ben piazzato.

Al minuto 32 Riminesi parte dalla propria metà campo, scarta un paio di difensori, incuneandosi poi in area di rigore, dove viene contrato dall’ultimo baluardo rignanese, la palla rimane lì e Lepri prova la conclusione a giro sul secondo palo, sfiorando il bersaglio grosso.

Allo scoccare del 34’ arriva la terza rete dei padroni di casa, scaturita da un assist dalla fascia destra del solito scatenato Demichelis per Lepri, che stoppa a seguire rientrando al centro, eludendo così il proprio marcatore preso in contropiede, per poi rifinire con una rasoiata a pelo d’erba, che non da’ scampo al pur ottimo Baldoni.

Nel recupero gli ospiti accorciano le distanze con un diabolico calcio di punizione del bomber Guidantoni, che pesca l’angolino basso alla destra di Tognetti, ingannato dal rimbalzo della sfera proprio davanti a se’, risultandone scavalcato.

Il derby del Valdarno finisce qui, con un 3 a 1 meritato per i padroni di casa, al termine però di un match duro, teso, nervoso e combattuto, risolto definitivamente a proprio favore, solo nelle ultime battute, e ben condotto dal direttore di gara Bernardini, senza peraltro sventolare neanche un cartellino.

Giocatori più:

Valdarno:

Demichelis: di gran lunga il migliore in campo; coniuga quantità e qualità, macinando chilometri, sfornando assist per i compagni e suggellando la sua prestazione con uno splendido gol.

Lepri: subentra bene nella ripresa e mette il suo sigillo sul match con un assist da applausi ed un gol da bomber di razza.

Righeschi: ha il merito di sbloccare subito il risultato di una partita scorbutica e potenzialmente insidiosa, con un guizzo di testa.

Rignanese:

Bonechi: dalla sua parte non si passa, difensore laterale dotato di grandi mezzi atletici, corsa e tecnica.

Baldoni: si disimpegna bene in varie occasioni, dando comunque sicurezza a tutto il reparto difensivo.

Guidantoni: in un match dove non riceve palle giocabili, fa valere il killer istinct, mettendo a segno la rete su calcio di punizione, con un invidiabile 100% di media tra occasioni e gol realizzati.

E.R.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *